strade aperte al pubblico

L art. 2054 c.c.,  è sempre applicabile nel caso di incidente su strada aperta al pubblico transito, cioè ad un numero indeterminato di persone (e/o veicoli), essendo irrilevante la natura e lo scopo del movimento del veicolo (che nella fattispecie trovavasi in manovra vicino ad un cantiere). Inoltre, se nel giudicato penale ...
15/04/2013 / Autore: Andrea

dissesto stradale e responsabilità della P.A.

Negli ultimi anni è cresciuto a dismisura il contenzioso tra i privati e la pubblica amministrazione relativamente alle richieste di risarcimento danni per fatti riconducibili ad una presunta responsabilità della P.A.. Invocando il generale principio del neminem laedere talvolta si esagera nel lamentare danneggiamenti che avrebbero ...
25/03/2013 / Autore: Andrea

danno da cose in custodia

E   ravvisabile una  responsabilità per il danno da cose in custodia se la cosa custodita sia ex se idonea a liberare un energia o una dinamica interna alla sua struttura, tale da cagionare il danno. Allorquando invece ci si trovi di fronte ad una cosa di per sé inerte (quale ad es. una strada), la cui dannosità ...
18/03/2013 / Autore: Andrea

danni conseguenti a lavori stradali

L Anas è stato ritenuto responsabile per i danni cagionati su di un fondo sottoposto ad una strada dallo stesso costruita (in particolare si erano verificati allagamenti copiosi). Nel processo è emerso anche a seguito della consulenza tecnica che  ""Il processo erosivo del fosso era stata accelerato artificialmente dal surplus di ...
05/03/2013 / Autore: Andrea

Risarcimento danno per incidente su pista da sci

La Cassazione Civile Sez. III, con la sentenza n. 4018/2013, si è pronunciata in una controversia in cui uno sciatore era rimasto coinvolto in un grave incidente su una pista da sci ed aveva perciò convenuto in giudizio il gestore dell impianto al fine di ottenere il risarcimento «per fatto illecito» ai sensi dell articolo ...
20/02/2013 / Autore: Andrea

Danno Cagionato da cose in custodia

Per configurare una responsabilità ai sensi dell articolo 2051 del Cc (danno da cose in custodia) è necessario che vi sia l effettiva esistenza del rapporto di custodia con la cosa dalla quale è scaturito l evento lesivo. Tale rapporto si manifesta in un effettivo potere sulla cosa stessa, e cioè nella sua disponibilità ...
14/02/2013 / Autore: Andrea

Danno cagionato da cose in custodia

Il danneggiato deve  fornire la prova innanzitutto  dell esistenza del rapporto di custodia  e poi di un  nesso causale tra la cosa in custodia e il danno che egli  asserisce di aver subito. Se il danneggiato offre tali prove il convenuto, per ""scagionarsi"", dovrà dimostrare il caso fortuito. La dimostrazione del nesso ...
08/02/2013 / Autore: Andrea